Finisce come nella gara di andata di un mese fa la trasferta del San Filippo, ma Roma deve faticare contro una coriacea Mc Donalds’s Brescia che con Bellei e un eterno Cisolla vende cara la pelle. Dopo due ore e 205 punti dal il fischio di inizio, la terza giornata di ritorno della Pool A al San Filippo di Brescia vede uscire vincitrice la Scarabeo GCF Roma. Tre set a uno il finale in favore dei rossoblù di Spanakis che, come all’andata, contengono i bresciani Cisolla e Bellei e con una grande prestazione dell’opposto Padura Diaz portano a quota 22 le partite vinte in stagione regolare. Il vantaggio dei laziali in classifica è ora di 4 punti sulla seconda inseguitrice – Santa Croce – che con lo stop pesante di Bergamo contro Siena ha fatto un passo in avanti proprio sui lombardi. A due giornate dal termine della pool, il tecnico Spanakis potrebbe blindare la prima posizione finale (che configura l’accesso alla griglia playoff) già dalla prossima gara contro Spoleto, in programma al PalaTiziano di Roma sabato 17 Marzo alle 20.30. Ma veniamo alla gara. In avvio la Scarabeo non si fa sorprendere come all’andata, la ricezione tiene ottimamente e Pollock e Franceschini possono essere innescati sapientemente da Zoppellari terminando il set con il 100% in attacco di primo tempo; Padura Diaz è già caldo e rivaleggia con Bellei e Cisolla in evidenza per i tucani. Il parziale viene controllato da Snippe e compagni che passano però sul filo di lana in chiusura di set con il rientro degli ospiti (23-25). Il secondo parziale parla invece bresciano: la squadra di Zambonardi spinge in battuta, in ricezione non ha sbavature e il muro di Esposito fa male agli attaccanti rossoblù. Sono ancora Bellei e Cisolla le principali spine nel fianco in attacco e la Mc Donald’s chiude 25-20 e rilancia la partita. Alla ripresa del terzo parziale è battaglia vera al San Filippo: Padura Diaz decide di spaccare la partita e la sua prestazione, fin qui già decorosa, prende la strada del nove in pagella. L’opposto italo-cubano mette a segno 11 dei 31 punti che consegnano a Roma la frazione; gli scambi diventano esaltanti da ambo le parti e Pollock decide di serrare la rete rossoblù (4 i muri vincenti dell’americano nel set), mentre sul 14-16 per i tucani, le tre perle al servizio di Padura Diaz mettono le ali agli ospiti. Brescia prova a resistere con tutti gli effetti chiamati a dare il proprio contributo, con Cisolla che trova colpi e grinta da under23, ben assistito dai centrali Codarin ed Esposito. Tiratissimo il finale con la Scarabeo che passa 29-31 con il mani-out di Snippe. Sotto due a uno Brescia non demorde e nel quarto set lo spettacolo sul taraflex invita gli spettatori a spellarsi le mani dagli applausi. Sono ancora le bordate di Padura Diaz a mettere a segno palloni e le mani di Pollock ad intimorire gli avversari, anche se è il neo entrato Saturnino che, inserito da Spanakis per la fase difensiva, trova due ace consecutivi sul finale che sognerà a lungo: è proprio il turno al servizio del giovane romano schierato schiacciatore (di ruolo libero) a gettare scompiglio tra le fila dei tucani che, nonostante Cisolla e Bellei mai domi, devono arrendersi all’ultimo mani-out di Padura Diaz, verificato post videocheck (27-29). Ancora una partita vinta dalla squadra di Spanakis con una ottima correlazione muro-difesa: 7 i muri vincenti (13 quelli finali) della grande bella sorpresa di questa stagione, questo Matthew Pollock (di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro) che ha toccato quota 84 block vincenti in stagione e sembra non volersi fermare. Poi c’è la certezza di Padura Diaz, MVP ancora una volta del match con i suoi 27 punti (ben oltre 500 quelli in stagione) e anche oggi incubo della ricezione e vicino ai 50 ace in stagione regolare. Spoleto in casa sabato prossimo e la chiusura di pool il 25 marzo in trasferta contro Bergamo, poi scatterà per il terzo anno consecutivo la fase dei playoff per la Scarabeo GCF. Ancora una pagina di storia riscritta insomma per questa società, libera di sognare senza troppe pressioni nonostante da settembre sia stata praticamente sempre in vetta alla A2 Unipolsai.   Il Tabellino Centrale del Latte Mc Donalds’ Brescia - Scarabeo GCF Roma 1-3 (23-25, 25-20, 29-31, 25-27) Scarabeo GCF Roma: Zoppellari 1, Padura Diaz 27, Franceschini 8, Snippe 8, Tiozzo 10, Romiti (L1), Losco ne, Saturnino 2, Sacripanti, Fantini ne, Pollock 13, Rau ne, Valenti ne. I All. Spanakis, II All. Pastore. Centrale del Latte Mc Donalds’ Brescia: Riccardi ne, Codarin 12, Margutti, Tiberti 1, Fusco (L1), Sommavilla (L2) ne, Sorlini ne, Statuto ne, Bellei 22, Esposito 11, Cisolla 21, Mazzon 6, Bergoli ne, Tasholli ne. I All. Zambonardi, II All. Rotari. Le cifre: Scarabeo GCF Roma: 11 muri, 8 ace, 9 errori in battuta, 45% in attacco, 54% (33%) in ricezione. Centrale del Latte Mc Donalds’ Brescia: 11 muri, 7 ace, 20 errori in battuta, 46% in attacco, 51% (25%) in ricezione.  
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone

Commenti

commenti