Dalla Superlega un altro tassello importante per il reparto dei centrali romano: è giunto a Civita in settimana Conrad Kaminski, centrale di 203cm proveniente dalla Bunge Ravenna di coach Soli.

Sarà una coppia da Superlega quella che la Ceramica Sacrabeo GCF Roma potrà schierare al centro della rete del PalaTiziano di Roma: Franceschini e Kaminski. L’aretino è già aggregato al gruppo dal primo giorno di raduno, mentre lo statunitense originario di West Ellis in Wisconsin è sbarcato in settimana direttamente dagli States dove era in raduno con la nazionale a stelle e strisce.

Classe ’94 per 203cm di altezza, Kaminski ha disputato l’ultima stagione alla Bunge Ravenna in Superlega, al suo debutto nel campionato italiano dopo un brillante percorso nei campionati universitari statunitensi – in particolare alla Stanford University –  dove seppur giovanissimo si è messo in luce tanto da entrare nel giro della Nazionale e approdare lo scorso anno nel campionato più bello del mondo a soli ventidue anni.

Appena sbarcato all’aeroporto di Fiumicino, queste le sue prime dichiarazioni “sono veramente emozionato di giocare ancora in Italia, in un nuovo team e in una nuova città. Ho passato l’estate ad allenarmi con la Nazionale americana e ora mi metterò subito al servizio del coach Spanakis e della squadra per raggiungere obiettivi individuali e collettivi in questa annata che ci apprestiamo a disputare. Ho seguito l’ascesa di Civita Castellana in questi ultimi anni di A2 e mi è sembrata un’ottima scelta per maturare tecnicamente e crescere come giocatore. Sono qui da pochi giorni ma le impressioni della società e della città sono assolutamente positive”.

Volge in conclusione intanto la seconda settimana effettiva di preparazione della squadra, che sta alternando le sedute in sala pesi con sempre più intense sessioni di allenamento in palestra con la palla, alla ricerca delle prime intese e dei primi automatismi tattici.

Prima uscita amichevole prevista per i rossoblù il 2 settembre a Grottazzolina contro la formazione di casa.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone

Commenti

commenti