Fatica più del dovuto la Ceramica Globo Civita Castellana che sul campo interno di Montefiascone regola la Videx Grottazzolina con lo stesso punteggio della gara di andata e chiude il 2016 nelle prime tre. Ora riflettori puntati sulla Del Monte Coppa Italia.

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA – M&G VIDEX GROTTAZZOLINA 3-1 (25-22, 25-20, 21-25, 25-20 )

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA: Valsecchi 13, Banderò 22, Sacripanti 1, Bortolozzo 4, Marchiani 1, Preti 11, Cicola (L1), Pellegrino, Marinelli 11. N.e.: Ippolito, Gaia, Saturnino (L2). All. Spanakis. Ass. Pastore.

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Tomassetti 4, Moretti, Paris 12, Salgado 7, Cecato 3, Gabbanelli (L1), Sideri 15, Cester 18, Brandi N., Fiori 1. N.e.: Brandi J. (L2), Pison. All. Ortenzi. Ass: Cruciani.

Per la quarta di ritorno del Girone Blu di A2 si affrontano la Ceramica Globo Civita Castellana e la Videx Grottazzolina: all’andata i rossoblù conquistarono la prima vittoria piena della stagione, imponendosi per 3-1 al PalaGrotte grazie anche ai 29 punti di Felipe Banderò; nella partita odierna i grottesi navigano nelle paludi dell’ultimo posto in classifica, ma non sono di certo squadra da sottovalutare per i laziali che si trovano attualmente al quarto posto.

Ultimo incontro del 2016 a Santo Stefano per la Regular Season, prima della delicatissima sfida di Coppa Italia il 29 dicembre nel derby di Viterbo contro Tuscania che vale l’accesso alla finale bolognese.

Brescia contro Reggio Emilia e Mondovì contro Bergamo le partite di cartello della giornata che potrebbero mutare gli equilibri di classifica per Civita Castellana in chiave play off.

Le formazioni. Civita schiera Marchiani-Banderò in diagonale, Bortolozzo-Valsecchi centrali, Marinelli-Preti di banda e Cicola (ex dell’incontro) in regia difensiva. Coach Ortenzi risponde con Cecato-Cester, Tomassetti-Salgado, Paris-Sideri (con Brandi N. under a fare da spola in seconda linea) e Gabbanelli libero. Non ce la fa Moretti e quindi Cester viene schierato nel ruolo di opposto titolare.

Avvio a viso aperto – attacco contro attacco – fino al 7-4 Civita, quando Ortenzi chiede il videocheck sull’attacco millimetrico di Banderò: decisione confermata in favore dei rossoblù.

Civita sbagliona in fase offensiva e l’8-9 con il muro di Cester su Preti fa infuriare coach Spanakis che innesca la sirena e tuona in panchina. La ricezione tiene in casa laziale e Marchiani cerca con continuità Valsecchi che va a segno per il 12-11, mentre Banderò toglie le castagne dal fuoco sui palloni difficili. Time out discrezionale per Ortenzi dopo il bel block di Bortolozzo che ferma Sideri (16-13) e padroni di casa che al rientro scappano avanti fino al 21-16 sull’errore dello stesso Sideri al servizio. Grotta che prova a rimanere in partita con Paris e Salgado e con Moretti neoentrato dalla panchina. Il videocheck a sfavore dei rossoblù su attacco mani out di Banderò su Sideri mette i brividi (24-22), ma Marinelli non vacilla e in diagonale mette al sicuro la prima frazione (25-22).

Nastro riavvolto e secondo set al via fotocopia del primo, con le squadre vicine sul tabellone luminoso (6-5) e diversi errori per parte. Cicola tiene viva la parallela di Cester e Banderò può arrotare dietro al muro per il 10-7 che chiama il discrezionale sulla panchina della Videx. Cecato ripone fiducia solo in Paris e il martello laziale lo ripaga con costanza in attacco e a muro, ma l’ace di Banderò porta la Globo allo strappo dei + 4 (14-10). Preti incrementa il divario gestendo bene due volte in attacco (18-13).  Ventesimo punto ancora per il martello di origine austriaca che poi spreca al servizio; c’è spazio per Sacripanti in battuta sul 22-16 ma Cester servito senza muro trasforma. Ace di Paris sul 22-19 e Spanakis cerca di spezzare il gioco con il time out. Doppia al palleggio di Cecato e sono 5 i set point per Civita: al secondo tentativo Bortolozzo blinda in cassaforte con il suo primo tempo anche il secondo parziale (25-20).

La Videx prova a reagire con Tomassetti e Salgado al centro e la pipe vincente di Paris porta per la prima volta avanti +2 i grottesi dall’inizio del match. Il riaggancio rossoblù avviene sul 9-9 e il sorpasso è nel muro vincente di Valsecchi, subito però impattato dall’attacco di Cester per i biancoblù. Sideri trova due ace che danno entusiasmo (10-13) e gli errori dei rossoblù sospingono l’azione di coraggio degli ospiti. Protagonista il videocheck: chiamato da ambo le parti su due scambi successivi, porta a decisioni favorevoli alternate e si prosegue (14-17); nel frangente è Civita a perdere il bandolo della matassa e l’emorragia di punti prosegue con Sideri e Salgado che continuano a pungere (14-20). Entra Sacripanti su Marinelli, c’è risveglio ma non riaggancio e la Videx festeggia il terzo set con il colpo del ko di Cester (21-25).

E’ una Civita arrabbiata in partenza del quarto set e Banderò lascia andare il braccio da zona quattro, mentre Valsecchi dice di no a Paris in attacco (5-3). Si accendono gli animi in campo e fuori e la partita esce dal torpore con il rosso di Paris per proteste (9-7), poi è Preti a caricarsi l’attacco civitonico con due grandi conclusioni in zona cinque e locali a +4 sul 12-8. Sul 16-10 il tecnico Ortenzi suona la sirena. Cecato innesca Salgado su ogni ricezione buona e il cubano lo ripaga; entra Moretti per Cester e la Videx ci prova, ma Banderò è continuo e l’allungo è veemente (20-13).

C’è ancora tempo per un sussulto dei grottesi con l’ace di Sideri (19-23) ma il primo tempo di Valsecchi porta al match point e con l’invasione successiva degli ospiti è festa grande sugli spalti. (25-20).

Per gli amanti delle statistiche, bomber Banderò stacca i 300 punti stagionali e si conferma ancora top scorer del girone Blu, Preti i 200 punti e Valsecchi supera i 100 score nella partita odierna.

Civita Castellana che, con la sconfitta di Brescia per mano di Reggio Emilia (3-0) e il tie-break perso da Mondovì con Bergamo (3-2), chiude il 2016 nell’elite della classifica del girone Blu.

Pochi giorni per rifiatare e smaltire le tossine, poi la Ceramica Globo giovedì 29 dicembre andrà alla ricerca di un posto per l’Unipol Arena del 29 Gennaio, sede della finale della Del Monte Coppa Italia di A2.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su...Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on Reddit
Reddit
0

Commenti

commenti