Dopo le due amichevoli con la Nazionale Pre Juniores e Ortona, Roma torna ad allenarsi in vista del match del 4 aprile e punta la SuperLega, forte dei record singoli e di collettivo fin qui registrati.

 

Dopo le amichevoli con la Nazionale Pre Juniores Maschile al Palasmargiassi e con la Sieco Impavida Ortona ad Amatrice (entrambe vinte, ndr.), i rossoblù riprendono le sedute di allenamento in palestra in vista del prossimo match del 4 aprile al PalaTiziano.

La volontà della Scarabeo GCF Roma è quella di arrivare a Gara 1 dei quarti di finale di Play Off Promozione nella miglior condizione possibile, per regalare ai propri tifosi la ciliegina sulla torta e conquistare, dopo la Coppa Italia, un ulteriore traguardo, passo dopo passo.

Il bilancio in casa Roma, osservando le classifiche di rendimento, è altamente positivo a livello dei singoli, a conferma dello straordinario campionato sin qui disputato da tutta la formazione di Spanakis.

A guidare la classifica dei giocatori più determinanti della Scarabeo è il bomber Willy Padura Diaz. Il numero 7 rossoblù si trova difatti in terza posizione nella classifica di rendimento dei “Punti Totali” con 594 punti, 5 in meno di Pereira (Lupi Santa Croce) e 7 in meno di Paoletti (Mondovì); terza posizione anche nella classifica “Attacchi Vincenti” con 485 palloni messi a terra e nel ranking “Battute Vincenti” con 49 ace realizzati. Insomma, ci sono tutti i presupposti affinchè nella prima gara playoff, il bomber italo-cubano possa portare a cifra tonda il suo bottino personale fin qui di primissimo livello.

 

Passando dagli schiacciatori ai centrali, Matthew Pollock sale sul terzo gradino del podio per “Muri Vincenti” con 92 monster block: davanti al gigante statunitense ci sono Alex Erati di Gioia del Colle con 94 muri punto ed in prima posizione Alessandro Paoli di Bolzano a quota 104. Guardando alla fase di costruzione del gioco, lo schiacciatore Nicola Tiozzo è fra i dieci migliori del campionato con 230 ricezioni perfette su 113 set disputati; il martello chioggiotto è inoltre a -30 punti dallo spegnere le candeline dei 1.000 punti in serie A.

 

Sono numeri che lasciano poco spazio alla libera interpretazione, certamente più interessanti per gli amanti della statistica, ma comunque dati inconfutabili che riportano alla mente dei tifosi le vittorie conquistate con lotta e con sudore in questa stagione e che fanno ben sperare sul prosieguo del cammino.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su...Share on Facebook
Facebook
35Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Commenti

commenti