La dirigenza, lo staff e i giocatori rossoblù si sono ritrovati giovedì scorso per la tradizionale cena conclusiva di fine stagione.

Si è svolta qualche giorno fa la tradizionale cena di fine stagione della Scarabeo GCF Roma cui hanno partecipato i primi dirigenti, lo staff e i giocatori rossoblù per il consueto appuntamento di fine stagione, per ripercorrere mentalmente gli highlights più belli del campionato e brindare alla stagione appena conclusa. L’emozione, come prevedibile, ha preso presto il sopravvento, gettando gli atleti e lo staff in un vortice di ricordi intensi, dalla cavalcata entusiasmante della Regular Season, alla storica vittoria di Bari della Coppa Italia, fino al “fine corsa” dei play off. Rimane certamente l’amaro in bocca per non aver centrato la semifinale playoff, ma la stagione appena conclusa rimane indubbiamente superlativa, con la conquista della Coppa Italia e la vetta in classifica per l’intera stagione, che testimoniano il grande lavoro svolto dalla società laziale negli ultimi anni, protagonista in campionato e fuori e riconosciuta dal Coni Lazio quale migliore società sportiva regionale dell’anno.

L’anno trascorso ci ha regalato grandi soddisfazioni”, ha detto a margine della cena il team manager Francesco Santini. “Rimane l’amaro in bocca per non essere riusciti a centrare le semifinali dei Play Off, ma abbiamo raggiunto un traguardo storico per la nostra società: la Coppa Italia! Ci tengo a ringraziare sentitamente gli atleti e lo staff per quanto dimostrato in questo campionato, sono un gruppo meraviglioso, il migliore che abbia mai visto da quando siamo in serie A2”. Alle parole del team manager rossoblù si sono aggiunte quelle del consigliere Paolo Mecucci, che ha voluto ringraziare gli atleti per quel numero e quelle tre lettere sulla manica della maglia da gioco portate con onore tutto l’anno: “Hanno onorato come meglio non si poteva la memoria di mio figlio Andrea, cui è dedicato l’hashtag sulla manica della maglia, e di questo sarò sempre grato a questi ragazzi. È stata una stagione molto impegnativa e non si sono mai sottratti all’impegno, con dedizione e spirito di sacrificio, affrontando con la massima grinta ogni gara puntando sempre l’asticella più in alto”.

Anche il coach Spanakis ci ha tenuto a ringraziare i propri collaboratori per la grande stagione: “Sono molto contento di come abbiamo affrontato questo campionato, lo abbiamo fatto insieme con grande professionalità e affiatamento. Dispiace che non siamo arrivati a giocare la semifinale, ma aver guidato questo gruppo in questa stagione è il mio orgoglio più grande e sono convinto che i nostri sogni, prima o poi, si avvereranno”.

Il capitano di Roma Willy Snippe, aveva preferito invece nei giorni scorsi scrivere una lettera aperta a tutti i sostenitori ed in particolare ai sempre fedeli tifosi dell’Armata Rossoblù: “Solo una parola può sintetizzare quello che vorrei dire ai nostri tifosi: grazie!  Il vostro sostegno, la vostra devozione e i vostri sacrifici rimarranno per sempre nei nostri cuori. Il calore che ci avete dimostrato nelle vittorie ma anche e soprattutto nelle sconfitte è stato essenziale per tutti noi. Nella speranza di essere riusciti a regalarvi un sogno, anche se a metà, vi saluto e vi abbraccio uno ad uno. Vi voglio bene.  Il vostro capitano”.

In attesa di conoscere dunque il nome della squadra che salirà di diritto in SuperLega tra le due contendenti Spoleto e Siena, la Scarabeo GC Roma conclude la sua stagione, con lo staff societario già al lavoro per regalare ai propri tifosi un’altra annata da protagonista.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su...Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on Reddit
Reddit
0

Commenti

commenti